pasemplice.it

Servizi della PA

Cerca il servizio in grado di rispondere a un tuo bisogno. La sezione servizi della Pubblica Amministrazione elenca in modo chiaro e ordinato quali servizi interattivi sono disponibili per i cittadini italiani. Ci sono 461 elencati.

Scegli l'argomento e scopri se pasemplice.it può aiutarti a trovare un servizio.

Guarda  tutte le aree tematiche.

Fonte dell'elenco dei servizi: lineaamica.gov.it. Elenco distribuito con licenza IODL2.0

Esempio di risposta alle domande piĆ¹ frequenti

Cosa bisogna fare per conseguire la patente nautica?

L'età minima prevista dalla legge per comandare (da soli) un'unità da diporto è la seguente:

· per le unità a remi entro un miglio dalla costa: 14 anni;

· per le unità a vela con superficie velica superiore a mq 4: 14 anni;

· per i natanti a motore, a vela con m.a. e motovelieri: 16 anni;



La patente nautica è obbligatoria:
1. Per i natanti:
a) quando la potenza del motore installato a bordo è superiore a 30 KW o a 40,8 CV (1KW = 1,36 CV) o abbiano una cilindrata superiore:
. a 750 cc, se a carburazione a due tempi;
. a 1000 cc, se a carburazione a quattro tempi, fuoribordo o se a iniezione diretta;
. a 1300 cc, se a carburazione a quattro tempi, entrobordo;
. a 2000 cc, se diesel.
b) quando, indipendentemente dalla potenza del motore, la navigazione si svolge ad una distanza superiore alle sei miglia dalla costa.
c) quando viene esercitato lo sci nautico, senza tener conto della potenza del motore.
2. Per le navi da diporto (sempre);
3. Per la condotta degli acquascooter, indipendentemente dalla potenza e dalle cilindrate.



Il codice della nautica distingue le patenti nautiche in tre categorie:

comando e la condotta dei natanti e imbarcazioni da diporto;

comando delle navi da diporto;

riservata ai disabili – abilita direzione nautica di natanti e imbarcazioni da diporto ma a bordo deve essere presente altra persona (passeggero) non inferiore a 18 anni, in grado di svolgere le funzioni manuali necessarie per la condotta del mezzo e la salvaguardia della vita umana in mare, sempre che l’unità sia munita di un dispositivo elettronico in grado di consentire, in caso di caduta in mare, oltre all’individuazione della persona, la disattivazione del pilota automatico e l’arresto del motore.

Le patenti abilitano:


alla navigazione entro dodici miglia dalla costa;



alla navigazione senza alcun limite.


La patente è unica e abilita al comando delle unità da diporto (fino a 24 m) a motore, a vela con motore ausiliario e dei motovelieri. A richiesta dell'interessato, la patente può essere limitata al solo comando di unità da diporto a motore, per la navigazione entro 12 miglia o senza limiti dalla costa.

Coloro che sono in possesso della patente per nave da diporto possono comandare anche le altre unità (imbarcazioni e natanti) a motore, a vela con motore ausiliario e motovelieri. Un motore è considerato ausiliario quando installato fuori-bordo, abbia una potenza non superiore al 20% di quella del motore principale e sia munito del certificato d'uso. In tali condizioni può essere utilizzato nei casi di emergenza o di sicurezza della navigazione e non concorre al calcolo della potenza e della cilindrata per stabilire l'obbligo della patente nautica.Per approfondimenti: Capitanerie di Porto